giovedì 26 aprile 2012

e finalmente fu il TRIbatessimo




Ieri 25/04/2012 finalmente è arrivato il TRIbatessimo!!!!! Ora posso iniziare a definirmi triatleta, sempre pippa ma triatleta :-)

Ecco la cronaca del TRIATHLON SPRINT DI FOSSANO ( una delle gare più scrause del mondo! ) :

Tutto ebbe inizio la sera prima della gara, preparazione materiale, ricca cena a base di carboidrati + zuccheri e piacevole serata passata in compagnia di amici....
ad un certo punto la telefonata di Pietro che mi dice:
"UOMO, come ci organizziamo domani? Mi passi a prendere tu? a che ora?"
e io: "Pietro ti avevo detto che domani porto la famiglia non c'è abbastanza spazio in macchina!!!!!"

SILENZIO

IL GELO

Pietro:"azz non avevo capito, ora mi organizzo, al massimo se non trovo un passaggio vengo in treno"
e così fu!
Socio, mi dispiace tanto, dalla prossima volta non capiterà, Lucia si è talmente annoiata che non credo verrà un' altra volta!!!


25/04/2012


Sveglia alle 07:00, ricca colazione e cacca 3 volte ( prima della gara sono sempre un po' agitato, poi la sera prima mi sono abbuffato di pasta e dolci... ). Tra una cacca e l' altra si svegliano anche Lucia e Beatrice...
fortunatamente il materiale è già pronto e caricato in macchina dalla sera prima, non ci resta che fare colazione e prepararci. Alle 08:45 siamo pronti per la partenza e via verso Fossano.


Ore 10 circa arriviamo nel piazzale della piscina comunale di Fossano, il gazebo blu brulica già di triatleti e il mitico Gullo distribuisce i pacchi gara e si assicura che tutti abbiano pagato l' scrizione ( chi lo conosce in questo momento sta ridendo! ), scarico dalla macchina famiglia e materiale, ritiro il pacco gara e inizio la preparazione...
...nel frattempo arriva Pietro che con mia grande sorpresa mi porta un regalino di compleanno ( grazie socio, è mooooooolto gradito ), una sacchetta da bici porta barrette che a Pescara mi tornerà mooooolto utile!! decido di montarla subito e di provarla in gara....


Ore 11 circa apre la zona cambio, sistemo bici e materiali a fianco ad un novello come me che però non ha fatto i compiti e mi suggerisce di sistemare il materiale sulla destra della bici.... mmm c'è  qualcosa che non va, da regolamento il materiale va sistemato sulla sinistra ( lato catena per capirci ), gli dico che deve sistemarlo come il mio ma lui insiste.... dopo 5 minuti si becca la cazziata del giudice... te l' avevo dettooooo :-)  ritroverò il pivello anche in vasca e nella frazione in bici...


Ore 12 ero in dubbio se nuotare in costume e poi indossare il body, ma decido di seguire la massa e nuotare con il body, tra l' altro decido di indossare la fascia cardio kalenji con il rischio di bruciarla definitivamente ( il produttore sconsiglia l' tilizzo in acqua ), tanto il ricambio costa 14 euri... con mia grande sorpresa scopro che ha funzionato correttamente anche dopo 30 vasche!!! veeeeery gooood kalenji, al prossimo giro azzardo anche la prova in acqua con il gps.... alla peggio se si rompe passo al 910 XT :D


Entriamo in piscina, io e Pietro facciamo un paio di vasche di riscaldamento, usciamo dall' acqua e inizia l' attesa, siamo in quarta batteria, ma prima partono le donne.....
Dopo circa un' ora tocca a noi, io sono in corsia 5 con altri 4 e iniziamo a darci i tempi per avere un ordine di partenza in modo da non ostacolarci:
  1. Il nuotatore: pettorali da paura e dice io chiudo in 10', ok tu parti per primo.
  2. Il duathleta di torino triathlon che dice: prevedo 15' e 59", ma parto dopo di te.
  3. Body verde: ah io a nuoto faccio cagare, andate avanti voi..
  4. Il pivello della zona cambio: anch' io faccio cagare parto per ultimo.
  5. io: prevedo circa 16' ( secondo + secondo - ), quindi ? sono secondo..   :-s
Entriamo in acqua ancora confusi sull' ordine di partenza, allora come partiamo? arriva il fischio e partiamo a supercazzo, io sono secondo subito dietro al motoscafo da 10'...  come al solito, da vero pivello, parto a bomba e non riesco a trovare il ritmo, ho il fiatone, l' acqua è agitatissima, non capisco niente, ho gli svarioni! Alla quinta vasca smetto di contare, respiro scoordinato e ogni 2 bracciate, un disastro!!!
Ad un certo punto body verde mi supera, gli altri li sento attaccati ai miei piedi... circa alla quindicesima vasca il duathleta mi supera e mi si mette davanti, nel frattempo ho trovato il ritmo e gli batto continuamente sui piedi... cazzo mi sta rallentando, decido di passarlo e faccio un disastro, intralcio il motoscafo, dò una manata a body verde che era in virata ma ne esco illeso ( il triathlon è anche questo ), riesco a riprendere il ritmo, la respirazione e a staccare gli altri, nelle ultime vasche sono isolato, il motoscafo è davanti con body verde e dietro di me staccati di qualche metro il duathleta e il pivello!!! cacchio, lo sprint è una distanza breve ma intensa fin da subito!!!!!
Nuota, respira, nuota, respira e il giudice mi tocca la testa: "ancora due vasche ed esci", ok a bomba le ultime due, esco senza fiato e corro sul tappeto.... respiro e corro, respiro e corro, prendo aria
T1 terminato! 16'23"

In zona cambio e con poco ossigeno al cervello, un po' impacciato mi infilo la maglia da ciclismo, occhiali da sole, casco, calzini, scarpe da bici ( preferisco ancora infilarle in zona cambio ), prendo la bici e corro, corro, corro fino al gonfiabile, sono ancora confuso e ho difficoltà ad agganciare la tacchetta e tra un vaffanculo e l' altro e con il mitico Giovo che mi incita aggancio il pedale e via fino alla prima rotonda dove grazie ai volontari che guardano in aria sbaglio strada, sfanculando giro la rotonda e inizio a pestare sui pedali...

spingi, tira, spingi, tira, spingi, tira, stabilizzo la respirazione, mi idrato con acqua e sali minerali e velocità sui 30 km/h, sento le gambe dure, i muscoli che tirano, ma non devo assolutamente stare sotto i 30!!!
Al km 5 mangio una barretta e nel frattempo raggiungo il pivello che è uscito dall' acqua dopo di me, realizzo che ho fatto una transizione eterna!!! vabbè in ogni caso l' ho ripreso e mangiando lo incito a spingere, ma niente è affaticato e non ce la fa a spingere di più, continuo a mantenere la mia media e me ne vado...
Ad un certo punto mi accorgo di stare sui 34 km/h, bene, mi idrato e continuo a tirare.
Nel mio cammino incontro ancora 3 triathleti ma non riesco a trovare nessuno a cui agganciarmi per sfruttare un po' di scia, solo gente più lenta die me, passo gli incito e via fino a completare il T2 in 45' .


A rieccomi in zona cambio, questa volta più lucido e ossigenato, infilo le scarpe running, via il casco, via la maglia da bici, cappellino, giro il pettorale e go con l' ultima frazione!!

Esco dalla zona cambio e vado in direzione opposta, mi urlano e imbocco la strada giusta, cazzo però le indicazioni???? è vero che è stato fatto un briefing, ma dubito che qualcuno l' abbia sentito, mettete un cacchio di cartello!!!

In ogni caso mi rimetto sulla retta via e dopo pochissimi metri il punto ristoro, un ragazzino mi porge un bicchiere d' acqua, lo prendo e come al solito cerco di berlo di corsa facendomi andare l' acqua di traverso ( non mi è bastata quella della piscina!! ), tra tosse e sfanculamenti riprendo a respirare e run!
Dopo qualche metro guardo il mio fido keymaze 700 che segna una media poco sotto i 5' al km, va bene così, la prossima volta mi devo impegnare a stare sui 4' 30". Ad un certo punto vedo in lontananza il body verde fermo a prendere fiato, lo supero e dopo qualche centinaia di metri sento una presenza dietro di me, mi giro ed è di nuovo body verde che mi stava draftando ( sfruttava la mia scia. si, si fa anche nel podismo! ), mi passa tira per un centinaio di metri e poi si ferma di nuovo, è andato avanti così....
Finalmente arriva l' ultimo km, prendo fiato e inizio  tirare, in prossimità del gonfiabile lo speaker annuncia il mio nome e all' arrivo un bel cinque!!!!!

Eccomi sulla finish line che chiudo il mio primo triatlon Sprint ufficiale!!!!! ragazzi che fatica, ed è solo uno sprint! Durante le tre prove e sopratutto nei momenti di crisi pensavo a cosà proverò a Pescara, il triathlon non è uno scherzo, bisogna essere preparati, freddi, molto determinati e sopratutto bisogna imparare a gestire il corpo e l' alimentazione...